1. La cappella e la tomba del santo

Pin It

i1Interno  Di fronte alla celletta-confessionale di san Leopoldo si trova la cappella, dove dal 1963 riposano le spoglie del santo. La tomba, di marmo rosso, è meta di un continuo pellegrinaggio di persone, attratte dalla forza spirituale di un amico che continua a donare protezione e conforto.

All’interno, accanto alla lapide tombale, in una nicchia, è esposto il reliquiario contenente la mano destra del santo: per ricordare le innumerevoli volte che essa si è alzata e protesa per assolvere, benedire e consolare. L’artistica pala dell’altare della cappella, realizzata da Lino Dinetto, interpreta la missione di san Leopoldo: condurre le anime alla Santissima Trinità, per la mediazione di Gesù Redentore.

La stola sacerdotale e il saio francescano indossati da san Leopoldo, ricordano il servizio e la donazione di un’intera esistenza: il santo confessore è presentato inginocchiato come intercessore e come un fratello che indica la strada che conduce all’intimità con Cristo.

All’esterno, sopra la tomba, arde giorno e notte la «Lampada della riconciliazione». Il rito dell’offerta del l’olio che la alimenta viene rinnovato ogni anno il 12 maggio, festa liturgica del santo.

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

  Accetto cookies da questo sito.
Cookie Information
SAN LEOPOLDO “PATRONO DEI MALATI DI TUMORE”

Leopoldo Patrono malati

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE AI VESCOVI ITALIANI. Fin dagli anni ’80 del secolo scorso, molti medici, ammalati e loro familiari hanno espresso il desiderio di poter invocare san Leopoldo per una malattia sempre più diffusa e dolorosa: il tumore. Leggi...